“Tutti abbiamo bisogno di Vangelo”- Presentato a Manfredonia ” A tu per Tu con la Parola/1″

atupertuconlaparola-2-300x225All’interno della Sala Valentino Vailati, sabato 23 Novembre, si è tenuta la presentazione del libro ‘A tu per tu con la parola’, divenendo un vero momento di cultura, in cui si è parlato del Vangelo, della presenza cristiana nel web e si è creato un interessante dibattito.

A presentare il libro di Massimiliano Arena erano presenti il Sindaco di Manfredonia Angelo Riccardi, don Salvatore Miscio, il prof. Michele illiceto e Andrea Pacilli Editore.

Da subito il sindaco Riccardi ha dichiarato: “è bello per me esser qui, e ci tenevo tanto per l’amicizia che mi lega a Massimiliano. Presentare un libro è sempre un traguardo importante per la persona e la per città, è un momento di cultura. Conosco questi scritti di Massimiliano, li ho seguiti già da tempo su internet, specialmente nella loro diffusione in facebook di settimana in settimana, sempre apprezzandoli e constatando con stupore la loro diffusione e condivisione”.

Don Salvatore Miscio, responsabile della Pastorale Giovanile della Diocesi ha ribadito: “Oggi parlare di Vangelo diviene una vera sfida. Guardiamo alla nostra città, agli episodi di violenza commessi da alcuni adolescenti ultimamente. Non voglio porre l’attenzione sull’evento in se, ma suoi commenti che tanti adulti hanno fatto su facebook. Tutti con parole dure, senza amore e con grande rabbia verso questi giovani. L’atto violento va condannato, ma chi si è chiesto di cosa avessero bisogno questi ragazzi? Perché sono giunti a ciò? Quali i loro valori interiori? Tutti siamo pronti a fare cronaca, a dare cattive notizie. Il Vangelo è invece una buona notizia. L’impegno di Massimiliano è lodevole, da anni vive il suo impegno nella Pastorale Giovanile, e questa pubblicazione è una sfida culturale, con il desiderio di entrare in dialogo con il mondo interiore dei giovani con il Vangelo. Massimiliano scrive e parla del Vangelo, lo commenta con una grande semplicità, che mai scade in banalità”.

Michele Illiceto, docente di Filosofia presso al Facoltà Teologica Pugliese e presso il liceo Classico, ha continuato: “Parlare del cristianesimo in web è complicato, occorre premettere un discorso sulla comunicazione e sul web. Il mondo di internet è una grande piazza su cui l’uomo spesso rischia di dare il peggio di se, chiuso in se stesso, isolato dagli altri, tira fuori ciò che di peggiore c’è, le sue passioni, le sue repulsioni nascoste. Spesso i peggiori sono proprio gli adulti. Esser su internet, sui social network, con messaggi del Vangelo, è immettere in rete messaggi positivi che riconducono l’uomo all’interiorità. Il web vive la dualità tra reale e virtuale, tra essere e apparire. Si manca di interiorità. Immettere in rete messaggi di questo genere è impegnativo. Come lo è lo scrivere una rubrica culturale settimana per settimana, è un impegno culturale oltre che di fede. È difficile scrivere sempre, anche quando non si è ispirati”.

Andrea Pacilli, editore dell’opera ha provocato una riflessione: “Sono rimasto impressionato dal come la comunicazione sul Vangelo sia cambiata con Papa Francesco. Sono un anticlericale, ma mi ritrovo in pieno con Papa Francesco, con ciò che dice. Mi hanno fatto notare che ciò che dice è lo stesso di Papa Benedetto, i principi, i dogmi sono gli stessi, cambia il modo di dirli. Allora ciò mi ha lasciato senza parole. Quanto importante sia la comunicazione. Ho voluto accogliere l’opera di Massimiliano perché mi ha incuriosito la grande capacita comunicativa di questi testi”.
L’autore Massimiliano Arena ha concluso dicendo: “Ringrazio tutti i presenti perché sono venuti qui, e ringrazio tutti gli amici della Divina Provvidenza che hanno voluto aiutarmi in quest’opera. E’ stata una fatica vivere questa rubrica di settimana in settimana. Ma con piacere, perché le conferme arrivano. L’uomo di oggi, giovane o adulto che sia, ha bisogno di Vangelo. Tanti, pur non condividendo la Chiesa, pur non pregando, restano affascinati dal Vangelo. Era per me una sfida ed una responsabilità. Scrivere sul Vangelo è presupporre che qualcuno ti legga, e ciò che scrivi può condizionare la fede altrui. Ho scritto a partire dalle mie domande davanti alla Parola, spesso verificando che erano le domande degli altri”.

Ecco una video intervista da parte della Testata Giornalistica Stato Quotidiano

atupertuconlaparola-300x225
atupertuconlaparola-1-300x225

 

Un pensiero su ““Tutti abbiamo bisogno di Vangelo”- Presentato a Manfredonia ” A tu per Tu con la Parola/1″

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...