“Cosa sei diposto a perdere? – Lunedì Santo 21/03/16 (Gv 12, 1-11)

vangelo

La domanda davanti a questo testo è “io cosa sono disposto a perdere per questo Amore?”

Dal Vangelo secondo Giovanni 12,1-11.

Sei giorni prima della Pasqua, Gesù andò a Betània, dove si trovava Lazzaro, che egli aveva risuscitato dai morti. Equi gli fecero una cena: Marta serviva e Lazzaro era uno dei commensali. Maria allora, presa una libbra di olio profumato di vero nardo, assai prezioso, cosparse i piedi di Gesù e li asciugò con i suoi capelli, e tutta la casa si riempì del profumo dell’unguento. Allora Giuda Iscariota, uno dei suoi discepoli, che doveva poi tradirlo, disse: «Perché quest’olio profumato non si è venduto per trecento denari per poi darli ai poveri?». Questo egli disse non perché gl’importasse dei poveri, ma perché era ladro e, siccome teneva la cassa, prendeva quello che vi mettevano dentro. Gesù allora disse: «Lasciala fare, perché lo conservi per il giorno della mia sepoltura. I poveri infatti li avete sempre con voi, ma non sempre avete me». Intanto la gran folla di Giudei venne a sapere che Gesù si trovava là, e accorse non solo per Gesù, ma anche per vedere Lazzaro che egli aveva risuscitato dai morti. I sommi sacerdoti allora deliberarono di uccidere anche Lazzaro, perché molti Giudei se ne andavano a causa di lui e credevano in Gesù.

RIFLESSIONE

Marta, Maria, Lazzaro, sono amici di Gesù, per loro è doveroso donargli amore, affetto. Maria prende dell’olio costoso e lo versa, lo getta realmente per i piedi di Gesù. E’ chiamato il “Santo spreco”. In effetti è vero. Quei soldi potevano essere usati diversamente, quell’olio poteva avere un’utilizzo più nobile dei piedi. Ma davanti all’amore si possono fare dei calcoli? Maria sente di dover investire ciò, quei piedi che hanno camminato anche per lei, per portargli amore, per portargli la “buona novella” meritano. Gesù merita. Lo dice lui stesso, perchè è con noi. Allora la domanda è “io cosa sono disposto a perdere? Cosa sono disposto ad investire di me per questo Amore che è Cristo? Qualcosa che altri non capiranno ma che io so di dover investire perchè Egli vuole portarmi ad essere Amore in un Suo progetto?”. Risuona quasi la vecchia domanda della canzone Mi fido di te di Jovanotti “Cosa sei disposto a perdere?

Ciò che investo in Lui tornerà sempre in Amore per me ed io in Amore per gli altri.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...