“La speranza spesso è oltre ciò che appare” – Luca 24, 35-48 (Giovedì Ottava Pasqua)

vangeloLa Speranza è oltre ciò che appare, è oltre il mio tornaconto immediato, la Speranza è lanciare un ancora, con fiducia, in un mare infinito, certi che Cristo mi permetterà di aggrapparmi. Egli è l’Amore senza orizzonte, immenso e occorre abbandonarsi e fidarsi, solo cosi saremo rialzati dal nostro limite umano.

Dal Vangelo secondo Luca 24,35-48.
In quel tempo, di ritorno da Emmaus, i due discepoli riferirono ciò che era accaduto lungo la via e come avevano riconosciuto Gesù nello spezzare il pane.  Mentre essi parlavano di queste cose, Gesù in persona apparve in mezzo a loro e disse: «Pace a voi!».  Stupiti e spaventati credevano di vedere un fantasma.  Ma egli disse: «Perché siete turbati, e perché sorgono dubbi nel vostro cuore?  Guardate le mie mani e i miei piedi: sono proprio io! Toccatemi e guardate; un fantasma non ha carne e ossa come vedete che io ho».  Dicendo questo, mostrò loro le mani e i piedi.  Ma poiché per la grande gioia ancora non credevano ed erano stupefatti, disse: «Avete qui qualche cosa da mangiare?».  Gli offrirono una porzione di pesce arrostito;  egli lo prese e lo mangiò davanti a loro.  Poi disse: «Sono queste le parole che vi dicevo quando ero ancora con voi: bisogna che si compiano tutte le cose scritte su di me nella Legge di Mosè, nei Profeti e nei Salmi».  Allora aprì loro la mente all’intelligenza delle Scritture e disse:  «Così sta scritto: il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno  e nel suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme.  Di questo voi siete testimoni.

RIFLESSIONE

“Avete qualcosa da mangiare?”. Che cosa pratica. Gesù deve ricorrere ad un atto di estrema praticità per far comprendere ai suoi discepoli che è Lui, è li, vivo e vero. Un fantasma non mangia, uno vivo e presente si. Noi siamo cosi, come i discepoli, per credere vogliamo sempre vedere, magari anche subito, magari vedere ciò che vogliamo o desideriamo, ciò che abbiamo chiesto. In fondo, se ci pensiamo con onestà intelletuale, vogliamo solo il nostro contraccambio, sacrosanto e giusto, ma che forse nasconde un pò di tornanconto egoistico. La fede è altro, è amore, fiducia. Amore e fiducia richiedono un balzo grande in avanti, richiedono di abbandonarsi anche se al momento non trovo alcun tornaconto, ma mi fido del fatto che vivere secondo questo obiettivo è un dono per me, perchè sto vivendo come il Cristo. Sono impauriti, smarriti, come la Maddalena, come i discepoli di Emmaus. Gesù non sta facendo altro che consolare, far capire che c’è, ricordare loro che la morte non poteva avere l’ultima parola, ma che Lui è Parola Vivente, che Lui è la Speranza. Fermiamoci, siamo un pò meno materialisti, non cerchiamo di vedere, toccare, di vedere materialità (un Gesù che deve mangiare per far capire che è vivo). “Cerchiamo le cose di lassù” dice San Paolo. Non perchè dobbiamo fare gli spiritualisti, gli illusi, ma perchè solo cosi, cercando oltre ciò che appare, oltre il limite delle cose esteriori, andando a fondo, possiamo incarnare in noi questa Speranza. La Speranza è simboleggiata dall’ancora, è lanciare qualcosa nel vuoto del mare certi che si aggrapperà da qualche parte e che mi terrà al sicuro. La Speranza è Gesù, mi lancio in Lui, mi fido di Lui, vivo ciò che Lui ha vissuto, mi impegno, nonostante smarrimenti e fallimenti, perchè so che troverò un approdo di sicurezza, nonostante il “mare” sembrerà vasto ed infinito. La fede è in Dio, ed esso non può essere racchiuso nella nostro limite umano. Siamo uomini, siamo limitati, non possiamo pretendere di comprendere e vedere tutto subito ed immediato, chiudendo Dio nei nostri schemi mentali limitati. Egli è oltre, molto oltre, Egli è l’Amore senza orizzonte, immenso e occorre abbandonarsi e fidarsi, solo cosi saremo rialzati dal nostro limite umano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...