“Il bello di sentirsi appartenere a Qualcuno” (4a di Pasqua/C – Gv 10,27-30)

pastore-con-greggeNel nostro vivere siamo spesso nel buio, nello smarrimento. Siamo come un gregge di pecore allo sbaraglio, abbiamo bisogno di un riferimento, una guida. Egli si fa pastore, dice che alla Sua Voce lo riconosciamo. Il cuore smarrito ha bisogno di una voce di Amore, alla voce giusta si riempie di calore e forza. Egli è la voce per noi, che si fa guida, proprio nelle tribolazioni, perchè se sappiamo resistere con Lui accanto nessuno ci toglierà questa relazione, che è forza. E’ una questione di appartenenza. Apparteniamo a Lui.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 10,27-30.
Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono.
Io do loro la vita eterna e non andranno mai perdute e nessuno le rapirà dalla mia mano.
Il Padre mio che me le ha date è più grande di tutti e nessuno può rapirle dalla mano del Padre mio.  Io e il Padre siamo una cosa sola».

RIFLESSIONE

Siamo definiti sotto il nome di pecore, forse qualcuno potrebbe offendersi, ma è un modo di estrema tenerezza calcolando la mentalità dell’epoca. La pecora è un animale tenero e indifeso, che ha bisogno di cure, amore e protezione. Dio sa bene che, per quanto siamo spavaldi, per quanto siamo pigri o per superbi, vogliamo vivere facendo a meno di Lui, della preghiera, del Vangelo come luce alle nostre scelte e alla nostra vita, in fondo tutti sappiamo che siamo limitati, abbiamo bisogno di una mano calda e forte che ci regge. Allora la cerchiamo nelle varie relazioni. Ma cosa capita? Ci pensiamo? In fondo se riflettiamo attentamente ci rendiamo conto che nessuna delle relazioni che abbiamo intorno davvero ci soddisfa a pieno da farci sentire totalmente al sicuro, sereni, amati al massimo e certi di poter vivere per sempre sereni. Fosse il genitore ideale, il ragazzo o la ragazza ideale, l’amico/a ideale, nessuno ci soddisferà mai a pieno. Perché? Perché siamo impastati di Dio, siamo fatti della sua stessa sostanza, e solo in, e con, Lui possiamo riprendere il nostro tono originale. Nel nostro vivere siamo spesso nel buio, nello smarrimento. Siamo come un gregge di pecore allo sbaraglio, abbiamo bisogno di un riferimento, una guida. Egli si fa pastore, dice che alla Sua Voce lo riconosciamo. Il cuore smarrito ha bisogno di una voce di Amore, alla voce giusta si riempie di calore e forza. Egli è la voce per noi, che si fa guida, proprio nelle tribolazioni, perchè se sappiamo resistere con Lui accanto nessuno ci toglierà questa relazione, che è forza. E’ una questione di appartenenza. Apparteniamo a Lui. Lui, “ il più grande di tutti” , ci ha consegnato Gesù come modello, il Vangelo come luce, ci consegna a Gesù. Sono parole forti, in qualsiasi vuoto cadiamo, le sue mani sono li a cercarci, sono li per dare una risposta, sono li a reggerci. Nessuno può davvero rapirci da Lui, siamo fatti di Lui, nessuno cancellerà questo desiderio in noi. Pigrizia, superbia, esperienze negative potranno coprirlo, ma siamo suoi. Non conta ciò che faremo nella vita, che vocazione decideremo di intraprendere. Ciò che conta è costruire la nostra vita nella consapevolezza di esser suoi, e che tutto possiamo in Lui. Fermati un istante. Leggi i tuoi bisogni interiori. Leggiti. Forse non percepisci che ti manca qualcosa a cui forse da tempo non riesci a dare un nome. Dove cercare? A chi chiedere aiuto?. Fermati e prendi silenzio. E se fosse la Sua mano che ti sta reggendo? È  li che ti tiene in bilico, tra il buio della tua confusione e la consapevolezza che una strada è possibile, ha un nome, un volto, una storia. È Gesù, è li, la mano che ti sta reggendo. No, non vuole che altri ti rapiscano. È geloso di te, è un Dio geloso perché pazzamente innamorato. Ancora oggi non ti molla e sta aspettando la tua risposta per cambiare la tua vita. Come? In cosa? Ancora una volta in figlio/a libero/a, senza padroni perché possesso del Dio amore, creature capaci di amare perché amate, capace di superare ogni limite perché uscite con Lui dal sepolcro e capaci di costruire il regno dell’amore, dell’impegno, della passione, della libertà, del dono … il Regno di Dio! BUONA DOMENICA!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...