“L’ordinario che si profuma di straordinario” – Lc , 39-56 – (Festa dell’Assunzione di Maria)

assunzione.jpg

Chi accoglie la Parola compie meraviglie, vive l’ordinario profumandolo di straordinario. Può succedere anche a noi di vivere l’ordinario profumandolo di straordinario. Questa pagina di Vangelo lo dice. Maria dopo aver detto si all’Angelo corre “in fretta” dalla cugina. Quando accogli Dio e la Sua Parola non puoi più trattenere la gioia, devi essere dinamico, la comodità e l’abitudine deve lasciare il posto all’ansia del donare.

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 1,39-56.

In quei giorni, Maria si mise in viaggio verso la montagna e raggiunse in fretta una città di Giuda.  Entrata nella casa di Zaccaria, salutò Elisabetta.
Appena Elisabetta ebbe udito il saluto di Maria, il bambino le sussultò nel grembo. Elisabetta fu piena di Spirito Santo ed esclamò a gran voce: «Benedetta tu fra le donne e benedetto il frutto del tuo grembo! A che debbo che la madre del mio Signore venga a me?
Ecco, appena la voce del tuo saluto è giunta ai miei orecchi, il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo. E beata colei che ha creduto nell’adempimento delle parole del Signore».
Allora Maria disse: «L’anima mia magnifica il Signore e il mio spirito esulta in Dio, mio salvatore, perché ha guardato l’umiltà della sua serva. D’ora in poi tutte le generazioni mi chiameranno beata. Grandi cose ha fatto in me l’Onnipotente e Santo è il suo nome:
di generazione in generazione la sua misericordia si stende su quelli che lo temono.
Ha spiegato la potenza del suo braccio, ha disperso i superbi nei pensieri del loro cuore; ha rovesciato i potenti dai troni, ha innalzato gli umili; Ha ricolmato di beni gli affamati,
ha rimandato a mani vuote i ricchi. Ha soccorso Israele, suo servo, ricordandosi della sua misericordia,come aveva promesso ai nostri padri, ad Abramo e alla sua discendenza, per sempre». Maria rimase con lei circa tre mesi, poi tornò a casa sua.

Festa dell’Assunzione di Maria al cielo. Gli orientali la chiamano “dormitio Mariae”. Maria pur essendo umana gode di questo grande privilegio: non vedere la morte, ma essere assunta in cielo in corpo. Accade perchè Maria pur essendo umana ha accolto in pieno la bellezza, il prodigio della Parola. Chi accoglie la Parola compie meraviglie, vive l’ordinario profumandolo di straordinario. Può succedere anche a noi di vivere l’ordinario profumandolo di straordinario. Questa pagina di Vangelo lo dice. Maria dopo aver detto si all’Angelo corre “in fretta” dalla cugina. Quando accogli Dio e la Sua Parola non puoi più trattenere la gioia, devi essere dinamico, la comodità e l’abitudine deve lasciare il posto all’ansia del donare. Incontra la cugina e scoppia la gioia, i bambini sussultano. Loro le madri sono soggetti di un Amore straordinario di Dio. I figli che portano entrambe in grembo sono frutto dello straordinario di Dio. Ecco l’ordinario di due donne che si trasforma in straordinario per loro e per tutti quelli intorno. Da qui è nato il cristianesimo. Se noi accogliamo la Parola di Dio in noi dobbiamo lasciare la comodità, l’abitudine, rivestirci di dinamicità, servizio, amore. Cosi il nostro ordinario di riempirà di straordinario e potremo profumare il tutto intorno a noi.

a cura di Massimiliano Arena 

2 pensieri su ““L’ordinario che si profuma di straordinario” – Lc , 39-56 – (Festa dell’Assunzione di Maria)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...