#6Gennaio – “LA SCIENZA DELLO STUPORE NON HA CALCOLI DA FARE” (Epifani

epifania.jpgDal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 2,1-12.
Nato Gesù a Betlemme di Giudea, al tempo del re Erode, alcuni Magi giunsero da oriente a Gerusalemme e domandavano: «Dov’è il re dei Giudei che è nato? Abbiamo visto sorgere la sua stella, e siamo venuti per adorarlo». All’udire queste parole, il re Erode restò turbato e con lui tutta Gerusalemme. Riuniti tutti i sommi sacerdoti e gli scribi del popolo, s’informava da loro sul luogo in cui doveva nascere il Messia. Gli risposero: «A Betlemme di Giudea, perché così è scritto per mezzo del profeta: E tu, Betlemme, terra di Giuda, non sei davvero il più piccolo capoluogo di Giuda: da te uscirà infatti un capo che pascerà il mio popolo, Israele. Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, si fece dire con esattezza da loro il tempo in cui era apparsa la stella e li inviò a Betlemme esortandoli: «Andate e informatevi accuratamente del bambino e, quando l’avrete trovato, fatemelo sapere, perché anch’io venga ad adorarlo».
Udite le parole del re, essi partirono. Ed ecco la stella, che avevano visto nel suo sorgere, li precedeva, finché giunse e si fermò sopra il luogo dove si trovava il bambino.
Al vedere la stella, essi provarono una grandissima gioia. Entrati nella casa, videro il bambino con Maria sua madre, e prostratisi lo adorarono. Poi aprirono i loro scrigni e gli offrirono in dono oro, incenso e mirra. Avvertiti poi in sogno di non tornare da Erode, per un’altra strada fecero ritorno al loro paese.

RIFLESSIONE

Personaggi misteriosi i Magi, definiti sempre erroneamente “Re” ma tali no sono. Uomini di scienza, o di arti misteriose, studiosi degli astri, amanti delle profezie sul futuro. Questi si mettono in viaggio per andare dal bambino. Che grande bellezza. Questi personaggi, abituati a fare tutto con grande razionalità, con la matematica dei numeri, ora si lasciano mettere in crisi, non fanno più calcoli, fanno tanti Km senza avere una meta certa. Tutto questo per un semplice bambino. Appena nato Gesù si presentò ai pastori, a sottolineare che sono gli ultimi, i più poveri, fragili, i primi destinatari dell’Amore di Dio. Con il gesto dei Magi confermiamo che Gesù è per tutti gli uomini, che tutte le domande di noi uomini, tutte le nostre ricerche di senso e felicità possono trovare in Lui e solo in Lui risposta. Da uomini dei calcoli e della matematica a uomini di un amore senza calcoli, perchè presi dallo stupore. La loro scienza si annienta davanti allo stupore. Forse noi oggi siamo incapaci di stupirci proprio perchè incapaci di saper lasciare i calcoli, i tornaconti, saper liberarsi di paure e limiti. I Magi rischiano tutto, si mettono in cammino, incontrano anche di vuole prenderli in giro e fare della loro ricerca un proprio tornaconto: Erode. In fondo oggi di Erodi c’è ne sono tanti, che vogliono sfruttare la nostra ricerca di senso per vederci pacchetti di felicità senza senso, a caro prezzo. I Magi, dice il Vangelo, “Per un’altra strada fanno ritorno”. Dopo aver incontrato Gesù non possono più tornare da Erode. Se incontri Gesù nella tua vita, lo “Adori”, cioè “lo porti alla bocca” (è questo uno dei significati più profondi, che ha lo stesso sapore del bacio) allora non puoi più lasciarti ingannare da altri “sovrani”.

Vi allego una riflessione che prendo dal mio libro, dedicato proprio a questo, Andiamo Controcorrente, 2009:

Allora i magi, nel loro cercare, come ognuno di noi, avevano necessariamente bisogno di punti di riferimento per orientarsi nel cammino. Si rivolsero alla persona più forte del tempo, al potente di turno, all’affascinante di turno, quello che umanamente appagava di più,  così come avremmo fatto noi tutti: si rivolsero a Erode. Ma oggi, quanti “Erodi” esistono in questo nostro cercare, pronti come quello del tempo a inviarci per strade strane, comode per loro ma che ci sfiancheranno? Ma non poteva finire così: i magi, forti del loro desiderio di cercare, ansiosi di trovare risposte, non si fermarono, andarono oltre senza accontentarsi di quella comune mediocrità. Avevano cuori forti, capaci di combattere e opporsi per non farsi manipolare dal “sovrano”. Sono cuori vivi, giovani, che dovremmo imitare. Ma noi, oggi, siamo capaci di opporci ai vari “Erodi” che ci vogliono manipolare? Essi prendono varie forme volendoci uniformare alla massa, o peggio a loro stessi. Possono prendere la forma del politico di turno, del cantante sulla cresta dell’onda, di un particolare modo di vestire lanciato da qualcuno, del proprio partner oppressivo, del gruppo stretto di amici, dei legami affettivi dipendenti e soffocanti, o nascondersi dietro atteggiamenti sbagliati, come lo svendere il nostro corpo e la nostra dignità per ottenere le attenzioni di chi non ci merita, o come la diffusa mania del dolce farci scivolare addosso le cose con mediocrità e superficialità, senza prendere decisioni serie per la nostra esistenza, senza darle un gusto. Ma non può essere così, non possiamo sciuparci così, dobbiamo opporci con coraggio e recuperare questa nostra dignità. In quello scrigno di verità che è la Bibbia troviamo scritto da San Paolo :“è ormai tempo di svegliarci dal sonno, la vostra salvezza è più vicina ora di quando diventaste credenti”. Dobbiamo svegliarci e stupirci del fatto che Dio per primo ci cerca in questo nostro cercare, ci viene incontro con ansia per farci capire come spesso potremmo essere vicini alla felicità, ma scappiamo da essa. È un dovere di amore e attenzione a noi stessi, alla nostra dignità, il doverci opporre, perché non siamo proprietà di questi “Erodi”, ma siamo “proprietà amata” , siamo figli di quel Dio che sceglie la via dell’amore e della povertà per svelare lo stile del Suo regno.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...