#18Giugno “MA DAVVERO GESU’ DIVENTA IL NOSTRO CIBO, NOSTRO BISOGNO PRIMARIO?” (Corpus Domini/A)

di Massimiliano Arena

images

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 6,51-58.
In quel tempo, Gesù disse alla folla dei Giudei: «Io sono il pane vivo, disceso dal cielo. Se uno mangia di questo pane vivrà in eterno e il pane che io darò è la mia carne per la vita del mondo». Allora i Giudei si misero a discutere tra di loro: «Come può costui darci la sua carne da mangiare?». Gesù disse: «In verità, in verità vi dico: se non mangiate la carne del Figlio dell’uomo e non bevete il suo sangue, non avrete in voi la vita. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda. Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue dimora in me e io in lui. Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia di me vivrà per me. Questo è il pane disceso dal cielo, non come quello che mangiarono i padri vostri e morirono. Chi mangia questo pane vivrà in eterno».

RIFLESSIONE VIDEO

RIFLESSIONE SCRITTA

Gesù di definisce “pane vivo”. Interessante e molto profonda come espressione. Non solo pane, ma “vivo”, c’è una bella differenza. Da sempre nella Bibbia Dio è cibo degli uomini, ciò diventa nutrimento. Gesù agiunge che è “vivo”, cioè non è qualcosa di materiale che viene dato, ma una vita, una presenza, una persona. Il Cristianesimo non è religione di idee, di riti, di simboli, ma è incontro con una persona, è relazione di Amore. Gesù ci consegna come pane e vino, simboli di necessità e di festa dell’epoca. Il pane è il nutrimento primo della vita degli uomini. Il vino è simbolo della festa. La domanda nella festa del Corpus Domini non è se la Domenica vado a Messa e se faccio la Comunione con dignità. Ma è se Gesù davvero diventa il mio nutrimento principale e la fonte della mia festa. L’Eucaristica che celebriamo senza queste domande rischia di diventare solo teatro. Non celebriamo riti, ma incontri di Amore. Cosa è nutrimento della tua vita? Cosa è fonte di gioia per la tua vita? Da questo potremmo comprendere forse anche fragilità e fallimenti che viviamo o che non sappiamo elaborare.

Gesù si consegna non in pezzetti, ma totalmente a noi sta

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...