#2luglio “LA RIVOLUZIONE DELLE COSE SEMPLICI” (13ma Domenica Tempo Ordinario/A) 

di Massimiliano Arena 

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 10,37-42. 
Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me; chi ama il figlio o la figlia più di me non è degno di me; 
chi non prende la sua croce e non mi segue, non è degno di me. 
Chi avrà trovato la sua vita, la perderà: e chi avrà perduto la sua vita per causa mia, la troverà. 
Chi accoglie voi accoglie me, e chi accoglie me accoglie colui che mi ha mandato. 
Chi accoglie un profeta come profeta, avrà la ricompensa del profeta, e chi accoglie un giusto come giusto, avrà la ricompensa del giusto. 
E chi avrà dato anche solo un bicchiere di acqua fresca a uno di questi piccoli, perché è mio discepolo, in verità io vi dico: non perderà la sua ricompensa». 
RIFLESSIONE VIDEO 

RIFLESSIONE SCRITTA

Un lungo percorso per dire chi è il discepolo, è quanto troviamo nel capitolo 10 di Matteo. Uomo libero, povero e radicale (va in giro senza sandali né bisaccia), uomo consapevole che non sarà tutto rosa e fiori ma che i discepoli di Gesù devono lottare per il Bene (dove “vi flagelleranno”), consapevoli di non aver paura degli uomini perché la verità, che è Cristo, sarà gridata sui tetti. In questo passaggio chiede una radicalità: ami tua madre, tuo padre, i tuoi figli, i tuoi affetti più di Cristo? Gesù non chiede di rinunciare agli affetti, ma chiede la priorità. Nessun legame umano può essere ostacolo alla relazione con Dio, può privarci, può essere scusa. La relazione prioritaria con Dio, che è Amore, ci aiuterà ad amare anche chi, tra le persone a noi  più vicine, non capirà che Dio per noi è priorità. Questa priorità dentro ci farà essere testimoni che non convincono ma che sono convinti di ciò che fanno. É accettare la Croce che non è accettare i mali in silenzio ma è accettare un nuovo stile, in tutto, nella gioia e nel dolore, lo stile della Croce, che è Amare nella totalità e libertà. Un gesto finale concreto: un bicchiere d’acqua, perché se l’amore è prioritario allora non è difficile si traduce in gesti semplici. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...