#13agosto2017 “ACCETTO LA MIA FRAGILITÀ E VINCO CON CRISTO” – ( 19ma Tempo Ordinario A) 

Di Massimiliano Arena 

Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 14,22-33. 

[Dopo che la folla ebbe mangiato], subito Gesù costrinse i discepoli a salire sulla barca e a precederlo sull’altra riva, mentre egli avrebbe congedato la folla. 
Congedata la folla, salì sul monte, solo, a pregare. Venuta la sera, egli se ne stava ancora solo lassù. 
La barca intanto distava gia qualche miglio da terra ed era agitata dalle onde, a causa del vento contrario. 
Verso la fine della notte egli venne verso di loro camminando sul mare. 
I discepoli, a vederlo camminare sul mare, furono turbati e dissero: «E’ un fantasma» e si misero a gridare dalla paura. 
Ma subito Gesù parlò loro: «Coraggio, sono io, non abbiate paura». 
Pietro gli disse: «Signore, se sei tu, comanda che io venga da te sulle acque». 
Ed egli disse: «Vieni!». Pietro, scendendo dalla barca, si mise a camminare sulle acque e andò verso Gesù. 
Ma per la violenza del vento, s’impaurì e, cominciando ad affondare, gridò: «Signore, salvami!». 
E subito Gesù stese la mano, lo afferrò e gli disse: «Uomo di poca fede, perché hai dubitato?». 
Appena saliti sulla barca, il vento cessò. 
Quelli che erano sulla barca gli si prostrarono davanti, esclamando: «Tu sei veramente il Figlio di Dio!». 

RIFLESSIONE VIDEO 

RIFLESSIONE SCRITTA 

Esiste il mare della storia e la barca della nostalgia umanità che viaggia in questo mare. Spesso la storia è piena di onde, tempeste e la paura di affondare è enorme. Gesù si fa presente ma non sempre lo riconosciamo, spesso ci è come un fantasma, cioè inconsistente, altre volte ci è come una tradizione di cose da fare… Ma non sentiamo che possa salvarci dalle onde, spesso non c’è ne sentiamo neanche degni. Gesù viene e cammina sulle acque, é capace di stare in mezzo alle onde che ci distruggono perché Egli le domina. Noi come Pietro vogliamo avere subito lo stesso potere, ma cadiamo e rischiamo di affondare, perché ci manca la fede, quella vera, perché spesso viviamo solo di emozioni di fede e non di fede profonda. Solo quando decidiamo che Cristo è davvero il nostro Signore, la nostra Salvezza, l’unica ancora, e che siamo meritevoli del Suo Amore… Allora Egli sale sulla nostra barca e il vento si calma. Solo con Gesù a bordo il viaggio può essere vincente anche tra le onde. Non abbiamo paura… Nessuna onda può affogarci, possiamo imbarcare acqua ma saremo sempre su. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...