#22Ottobre2017 – “GESU’ ROMPE LE SCATOLE SU TASSE E DIGNITA’ PERSONALE” (29ma Domenca del Tempo Ordinario/A)

di Massimiliano Arena

RIFORMA-GIUSTIZIA-2.jpgMatteo 22, 15-21

In quel tempo i Farisei si ritirarono e tennero consiglio per vedere di coglierlo in fallo nelle sue parole. E gli mandarono i loro discepoli con gli Erodiani a dirgli: «Maestro, noi sappiamo che sei sincero e insegni la via di Dio secondo verità, e non hai riguardi per nessuno, perché non badi all’apparenza delle persone. Dicci dunque: Che te ne pare? È lecito, o no, pagare il tributo a Cesare?» Ma Gesù, conoscendo la loro malizia, disse: «Perché mi tentate, ipocriti?Mostratemi la moneta del tributo». Ed essi gli porsero un denaro. Ed egli domandò loro: «Di chi è questa effigie e questa iscrizione?» Gli risposero: «Di Cesare». E Gesù disse loro: «Rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare, e a Dio quello che è di Dio».

 RIFLESSIONE

Grande testo del Vangelo a cui si fa dire ciò che si vuole molte volte, si parla di politica, di economia di tasse, ma si parla anche di noi, della nostra dignità.

Gesù parla di due immagini: quella stampata sulla monetà che indica di chi è la “proprietà” e quella stampata su di noi, che dice anche noi di chi siamo “proprietà”.

Non sono due immagini staccate, anzi ci dicono proprio come vivere l’armonia tra uno e l’altro.

L’immagine che dice che la moneta è di Cesare e quindi occorre dare a Cesare ciò che è suo fa riferimento al fatto che c’è un ordine di cose che va rispettato. Noi abbiamo dei servizi di cui usufruiamo dallo Stato (Sanità, Istruzione, Trasporti, etc) e va restituito, va dato il contributo per ciò che ci viene. Questo è il senso giusto ed onesto delle tasse.

Ma una domanda lecita c’è da porsi ancora: oggi in un Italia dove la pressione fiscale è all’estremo, dove si paga in maniera esagerata per servizi di cui in realtà si usufruisce con molta mediocrità, è giusto ancora pagare le tasse?

Il concetto resta giusto, ma qui interviene la seconda immagine. Io sono di Dio e come tale devo rendere a Dio la mia “tassa” che altro non è che la relazione con Lui che mi ricorda continuamente chi sono. Sono figlio di un Dio che ha creato il mondo in un ordine di giustizia ed armonia che l’avidità di noi uomini sta distruggendo.

Allora il concetto resta giusto di pagare le tasse, ma mi resta il dovere come figlio di Dio di lottare con tutti gli strumenti possibili e giusti per ottenere la giustizia. Gli strumenti utili è giusti sono il non addormentarsi, la denuncia, la partecipazione, il desiderio di potersi impegnare socialmente e politicamente, il recuperare come comunità cristiana il desiderio di parlare di alcuni argomenti sociali, discutere insieme per trovare le vie giuste.

Io non sono una moneta su cui c’è la proprietà, il marchio di un re, sono un cuore vivo, con la parola, la ragione, e porto la firma di Dio, dell’Amore vero, della Speranza certa, della Verità.

Sì è vero che devo pagare le tasse e stare alle regole di uno Stato, ma in esso devo attuare me stesso e la mia coscienza, ho la responsabilità che l’uomo con la sua dignità di immagine di Dio sia al centro di ogni movimento e legge, l’uomo e la difesa di se stesso e dei suoi diritti.

Ne viene, per me cristiano, che non mi basta più rispettare le regole, pagare le tasse, svegliarmi tutte le mattine e andare al lavoro. Io ho una responsabilità culturale e politica, anche se non sono istruito e non farò mai professionalmente il politico.

La mia responsabilità è nella diffusione della cultura dell’uomo, dei suoi diritti, delle sue preziosità. Devo battermi con tutto me stesso, non basta esser una brava persona, devo esser un rompiscatole nella società.

Gesù in fondo rispettava le leggi dell’epoca, ma amava l’uomo, sempre: era un grande rompiscatole.

BUONA DOMENICA!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...