#15Ottobre2018 “CONDANNATI INFELICI A CERCARE OLTRE” (28ma Tempo Ordinario/B)

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 11,29-32.

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: «Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato nessun segno fuorchè il segno di Giona.
Poiché come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell’uomo lo sarà per questa generazione.
La regina del sud sorgerà nel giudizio insieme con gli uomini di questa generazione e li condannerà; perché essa venne dalle estremità della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, ben più di Salomone c’è qui.
Quelli di Nìnive sorgeranno nel giudizio insieme con questa generazione e la condanneranno; perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, ben più di Giona c’è qui».

RIFLESSIONE

Ci condanniamo ad essere cercatori di infelicità. Sempre alla ricerca di cose più eclatanti, di segni insistenti, perdendo di vista le bellezze già che viviamo, in mezzo a noi. Gesù di se stesso che non lo abbiamo riconosciuto chiedendo il segno di uomini che escono vivi dalla pancia di una balena… Dimenticando che Lui è il Risorto che torna vivo dal sepolcro.

Quanti segni Dio ci manda in cose, persone, situazioni… Ma noi ci condanniamo ad essere infelici perché cerchiamo sempre oltre.

Fermiamoci e guardiamo, gustiamo ciò che c’è, lo stupore di ciò ci farà guardare più a fondo ancora, oltre ciò che non potevamo immaginare.

Massimiliano Arena

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...