#04Novembre2018 “I LIVELLI DELL’AMORE” Marco 12,28-34 (31ma #TempoOrdinario B)

A cura del prof. Massimiliano Arena

RIFLESSIONE

Un amore a livelli, é questo che ci presenta il Vangelo. Dei livelli che dicono cosa è l’amore. Gesù è profondamente divino e profondamente umano dal ricordarci l’essenza di ciò che siamo, di ciò che Dio chiede sempre puntando al miglioramento del nostro essere umani, della nostra fragilità.

Tre livelli: amore a Dio, amore a se stessi, amore agli altri.

  1. A DIO perché è solo una restituzione, una presa di consapevolezza che è Lui ad amarmi, e Lui è l’amore e se è l’amore ad amarmi io non posso far altro che restituire amore. Non solo l’amore mi ama, ma io stesso sono suo Figlio, quindi io stesso ho amore nel DNA, sono amore anche io.
  2. A SE STESSI. Se Dio Amore mi ama, se io stesso sono Amore, sono figlio di Dio, sono come Dio, allora vuol dire che io valgo molto. E se valgo devo custodirmi desiderando il meglio per me, amarmi proteggendomi.
  3. AL PROSSIMO. Gli altri che incontro. Mi chiede il paragone. Di amare come me stesso. Quindi posso amare gli altri solo se amo me stesso, solo se mi custodisco bene desiderando il meglio per me. Se faccio ciò per me e devo amare l’altro come me stesso allora vuol dire che devo desiderare il meglio per l’altro, amarlo aiutandolo a raggiungere il meglio, così si abbatte indifferenza, egoismo, personalismo e competizione.

Ecco il testo del Vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 12,28b-34.

In quel tempo, si accostò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: Ascolta, Israele. Il Signore Dio nostro è l’unico Signore;
amerai dunque il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza.
E il secondo è questo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Non c’è altro comandamento più importante di questi».
Allora lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità che Egli è unico e non v’è altri all’infuori di lui;
amarlo con tutto il cuore, con tutta la mente e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso val più di tutti gli olocausti e i sacrifici».
Gesù, vedendo che aveva risposto saggiamente, gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio». E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...