#08Marzo2020 “UNA LUCE NELLA STANZA DEL BUIO” (Mt 17,1-9)” 2a di Quaresima A

Ci sono dei momenti il cui il buio ci assale, tutto appare nero ed incomprensibile. Un momento così generale lo sta vivendo la nazione. Ma lo viviamo spesso personalmente. Lo avevano vissuto gli apostoli quando avevano capito che seguire Gesù non era cosa semplice, non era cosa da hobby, ma chiedeva sacrificio, anche con la vita, con la croce.

Gesù gli dona la luce, Lui diventa Luce. Cioè gli spiega perché dovrebbero avere fiducia di Lui, gli spiega cosa gli spetta dopo.

Gesù può essere quella luce che entra nel buio della stanza del mio cuore e parla, fa luce. Quando accendiamo la luce vediamo meglio, cerchiamo meglio le cose. Gesù nel buio dei nostri momenti ci aiuta a cercare meglio il senso, rimettere a posto i pesti, assumerci responsabilità.

Vorrebbero restare lì i discepoli, si sta troppo bene, ma Gesù dice che occorre tornare a valle, a lavorare, nella fatica della vita.

La preghiera ci ricarica ma non deve mai esonerarci dal vivere la fatica e la responsabilità della vita. Oggi nella nostra nazione siamo chiamati a vivere estrema responsabilità, tutti, nella cura di tutti e dei più deboli.

Leggi qui il testo del vangelo

Mt 17,1-9
In quel tempo, Gesù prese con sé Pietro, Giacomo e Giovanni suo fratello e li condusse in disparte, su un alto monte. E fu trasfigurato davanti a loro: il suo volto brillò come il sole e le sue vesti divennero candide come la luce. Ed ecco apparvero loro Mosè ed Elia, che conversavano con lui.
Prendendo la parola, Pietro disse a Gesù: «Signore, è bello per noi essere qui! Se vuoi, farò qui tre capanne, una per te, una per Mosè e una per Elia». Egli stava ancora parlando, quando una nube luminosa li coprì con la sua ombra. Ed ecco una voce dalla nube che diceva: «Questi è il Figlio mio, l’amato: in lui ho posto il mio compiacimento. Ascoltatelo».
All’udire ciò, i discepoli caddero con la faccia a terra e furono presi da grande timore. Ma Gesù si avvicinò, li toccò e disse: «Alzatevi e non temete». Alzando gli occhi non videro nessuno, se non Gesù solo.
Mentre scendevano dal monte, Gesù ordinò loro: «Non parlate a nessuno di questa visione, prima che il Figlio dell’uomo non sia risorto dai morti».

Guarda di seguito la video Catechesi approfondita su questo testo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...