#31Marzo2020 “UN SIMBOLO CHE SVUOTA LE PAROLE” (Martedì 5a di #Quaresima)

Manca poco alla Settimana Santa, e gli sguardi sono già concentrati sul rivivere gli eventi della Passione. Anche se nella società c’è già tanta passione, tanto patire e tanta confusione.

Quel segno di Gesù innalzato sulla Croce diventa un segno che spinge al silenzio, allontana discussioni. Solo silenzio, riflessione e preghiera (se si riesce).

Quante parole, quante discussioni (anche fuori luogo), quanti discorsi anche contro Dio in questi giorni, ma anche tanti che stanno scoprendo l’affidarsi a Lui.

Come dice questo brano del vangelo noi uomini siamo abituati a mille discussioni. Occorre silenzio molte volte. Gesù con il suo innalzamento sulla Croce invita a fare silenzio e risponde a domande sul che senso ha il dolore, come si vive il dolore, dove è Dio nel dolore dell’uomo, cosa dobbiamo fare noi in questo dolore.

Facciamo silenzio davanti ad un crocifisso

Leggi qui il testo del vangelo

Gv 8,21-30
In quel tempo, Gesù disse ai farisei: «Io vado e voi mi cercherete, ma morirete nel vostro peccato. Dove vado io, voi non potete venire». Dicevano allora i Giudei: «Vuole forse uccidersi, dal momento che dice: “Dove vado io, voi non potete venire”?».
E diceva loro: «Voi siete di quaggiù, io sono di lassù; voi siete di questo mondo, io non sono di questo mondo. Vi ho detto che morirete nei vostri peccati; se infatti non credete che Io Sono, morirete nei vostri peccati».
Gli dissero allora: «Tu, chi sei?». Gesù disse loro: «Proprio ciò che io vi dico. Molte cose ho da dire di voi, e da giudicare; ma colui che mi ha mandato è veritiero, e le cose che ho udito da lui, le dico al mondo». Non capirono che egli parlava loro del Padre.
Disse allora Gesù: «Quando avrete innalzato il Figlio dell’uomo, allora conoscerete che Io Sono e che non faccio nulla da me stesso, ma parlo come il Padre mi ha insegnato. Colui che mi ha mandato è con me: non mi ha lasciato solo, perché faccio sempre le cose che gli sono gradite». A queste sue parole, molti credettero in lui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...