#03Aprile2020 “SE NON TI RICONOSCI DIVINO NON RICONOSCI DIO” (Venerdì 5a di #Quaresima)

Non è un gioco di parole. Non possiamo mai riconoscere Dio se non scopriamo che noi siamo divini, cioè se non ci riempiamo di stupore nel capire quanto siamo preziosi, che siamo opere meravigliose, capaci di amare, di produrre meraviglie. Che siamo vere opere d’arte. Nell’opera scopri la bellezza dell’autore.

Gesù dibatte con questi sapienti. Non riconoscono che Lui è figlio di Dio, anzi vorrebbero ucciderlo perché è contro la legge. Eppure Gesù ricorda che anche l’antico testamento dice che “siamo dei”, che essendo di Dio siamo fatti di Lui.

Quando siamo troppo concentrati su regole e apparenze, sui nostri limiti, sulle nostre fragilità e povertà, non ci accorgiamo della meraviglia che possiamo essere e diventare. Gesù è salvezza per noi se accettiamo che possa esserlo, se permettiamo che possa creare meraviglie in noi senza anteporre sempre il noi, il peso di zavorra di ciò che siamo. Apriamo il cuore, Egli vuole essere Resurrezione in noi.

Leggi qui il testo del vangelo

Gv 10,31-42 In quel tempo, i Giudei raccolsero delle pietre per lapidare Gesù. Gesù disse loro: «Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre: per quale di esse volete lapidarmi?». Gli risposero i Giudei: «Non ti lapidiamo per un’opera buona, ma per una bestemmia: perché tu, che sei uomo, ti fai Dio».
Disse loro Gesù: «Non è forse scritto nella vostra Legge: “Io ho detto: voi siete dèi”? Ora, se essa ha chiamato dèi coloro ai quali fu rivolta la parola di Dio – e la Scrittura non può essere annullata –, a colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo voi dite: “Tu bestemmi”, perché ho detto: “Sono Figlio di Dio”? Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio, anche se non credete a me, credete alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me, e io nel Padre». Allora cercarono nuovamente di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani.
Ritornò quindi nuovamente al di là del Giordano, nel luogo dove prima Giovanni battezzava, e qui rimase. Molti andarono da lui e dicevano: «Giovanni non ha compiuto nessun segno, ma tutto quello che Giovanni ha detto di costui era vero». E in quel luogo molti credettero in lui

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...