#24Agosto2020 “UN DIO INVISIBILE CHE AIUTA A VEDERMI” (San Bartolomeo)

Con questo gioco di parole voglio commentare il Vangelo di oggi. Un Dio invisibile che aiuta a vedermi. Spesso è questa la grande difficoltà che si ha con Dio, specialmente nell’età giovanile, seguire un Dio di cui si parla, che chiede alcune cose, ma che non si vede. Eppure Lui dice “vieni e vedi”. Vedi cosa? Lui? Noi stessi.

Gesù sfida con questo invito: “Vieni e vedi”. Per vedere ti devi muovere, devi decidere di intraprendere un cammino, di essere diverso, di spostarti da dove sei. Per vedere cosa? Dio? Dove se non si vede? Si, per vedere Dio e più lo vedrai più vedrai te stesso, più scoprirai te stesso. Vieni e vedi Dio nella Comunità della Chiesa, con tutti suoi limiti e il “vieni” sarà il viaggio dell’amore fraterno e vedrai Dio nella sua misericordia nonostante le nostre fragilità. Vieni e vedi Dio in te stesso, scopri te stesso, il “vieni” è il viaggio più difficile che siamo chiamati a compiere: dentro noi stessi. Una domanda “cosa può venire di buono?”. Lo diciamo spesso in vari modi, “a che serve? perchè devo farlo? ma figurati se sarà cosi”. Vieni e vedi, vieni con coraggio e con stupore e vedi liberandoti di tutto le fisime. Si viene con cuore libero, si vede con occhi puri, cioè liberi da se stessi, dall’orgoglio personale.

Vieni e vedi, datti una mossa, Dio invisibile vuole farti scoprire a fondo.

Ecco il testo del Vangelo

Gv 1,45-51
 
In quel tempo, Filippo trovò Natanaèle e gli disse: «Abbiamo trovato colui del quale hanno scritto Mosè, nella Legge, e i Profeti: Gesù, il figlio di Giuseppe, di Nàzaret». Natanaèle gli disse: «Da Nàzaret può venire qualcosa di buono?». Filippo gli rispose: «Vieni e vedi».
 
Gesù intanto, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l’albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l’albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!».
 
Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...