#28Agosto2020 “BUONI IMPRENDITORI DELLA NOSTRA VITA” (Venerdì 21ma Tempo Ordinario)

Una parabola molto profonda quelle delle 10 vergini. Siamo abituati a leggerci dietro quasi uno sfondo di Avvento. Saper vegliare in attesa di Dio.

Ma il fatto che ci siano 5 sagge capaci di saper valutare per attendere bene e 5 non sagge che attendono finendo in preda ad ansia e prive del necessario, ci dice che Gesù ci vuole buon amministratori. Di cosa? Della nostra stessa vita, ci vuole imprenditori di noi stessi.

Ciascuno di noi è imprenditore di se stesso, capace di misurare se stesso e le proprie capacità, capire dove investire se stesso, dove azzardare, dopo aver valutato e compreso l’utilità con un buon progetto. Questo per cedere ad ansia, trovarsi vuoti e privi del necessario. Nella vita cediamo spesso a farci trovare “impreparati” davanti ad eventi del quotidiano. Vegliare è si saper pregare, ma è saper amare gli altri e se stessi, è saper mettere sapienza della preghiera nell’essere pronti sempre a valutare, capire se vale la pena buttarsi in alcune situazioni, se corrispondono al bene. Il Vangelo è un ottimo strumento per fare impresa di sé stessi.

Ecco il testo del Vangelo.

Mt 25,1-13

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli questa parabola:

«Il regno dei cieli sarà simile a dieci vergini che presero le loro lampade e uscirono incontro allo sposo. Cinque di esse erano stolte e cinque sagge; le stolte presero le loro lampade, ma non presero con sé l’olio; le sagge invece, insieme alle loro lampade, presero anche l’olio in piccoli vasi. Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e si addormentarono.

A mezzanotte si alzò un grido: “Ecco lo sposo! Andategli incontro!”. Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade. Le stolte dissero alle sagge: “Dateci un po’ del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono”. Le sagge risposero: “No, perché non venga a mancare a noi e a voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene”.

Ora, mentre quelle andavano a comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa. Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: “Signore, signore, aprici!”. Ma egli rispose: “In verità io vi dico: non vi conosco”.

Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...