#13Novembre2020 “NON COLTI DI SORPRESA” (Venerdì 32ma Tempo Ordinario)

A cura di Massimiliano Arena

Qui il commento video alle letture del giorno dalla rubrica serale #ApriIlFuocoDelVangelo

Gesù parla di un non sapere il tempo che coglie di sorpresa, e trova tutti a fare le proprie cose, tutti nella confusione a correre qui e li.

Non sappiamo giorno ed ora, non solo della fine del mondo, ma di tutto. Il Cristiano deve imparare a vivere con questo stile: essere sempre pronto.

Come si fa ad essere sempre pronti? Vivendo ogni giorno tempo di riflessione, ogni giorno reimpostare le proprie priorità. Si, le priorità sono ciò che ci fanno essere pronti o meno, ci svuotano e fanno crollare o riescono a tenerci in piedi.

Anche questo momento pandemico a più riprese e più restrizioni come lo viviamo da cristiani? Cediamo allo smarrimento come altri? Siamo umani e paura e smarrimento ci colgono certamente, ma la presenza di Cristo nella nostra vita non deve essere nulla. Rivediamo ogni giorno le nostre priorità e perdite, restrizioni, sacrifici, nulla apparirà estremamente grave, ma tutto sarà relativo e circoscritto.

Noi abbiamo e possiamo avere una forza in più, anche per sostenere gli altri.

Ecco il testo del Vangelo

Lc 17,26-37 In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Come avvenne nei giorni di Noè, così sarà nei giorni del Figlio dell’uomo: mangiavano, bevevano, prendevano moglie, prendevano marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell’arca e venne il diluvio e li fece morire tutti.
Come avvenne anche nei giorni di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, piantavano, costruivano; ma, nel giorno in cui Lot uscì da Sòdoma, piovve fuoco e zolfo dal cielo e li fece morire tutti. Così accadrà nel giorno in cui il Figlio dell’uomo si manifesterà.
In quel giorno, chi si troverà sulla terrazza e avrà lasciato le sue cose in casa, non scenda a prenderle; così, chi si troverà nel campo, non torni indietro. Ricordatevi della moglie di Lot.
Chi cercherà di salvare la propria vita, la perderà; ma chi la perderà, la manterrà viva.
Io vi dico: in quella notte, due si troveranno nello stesso letto: l’uno verrà portato via e l’altro lasciato; due donne staranno a macinare nello stesso luogo: l’una verrà portata via e l’altra lasciata».
Allora gli chiesero: «Dove, Signore?». Ed egli disse loro: «Dove sarà il cadavere, lì si raduneranno insieme anche gli avvoltoi».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: