#13Dicembre2020 “GIOIRE E’ SAPER PRENDERE DECISIONI PER METTERE IN ORDINE SE STESSI” (Lunedì 3a di Avvento)

A cura di Massimiliano Arena

Iniziamo oggi a coniugare un altro verbo nella settimana: gioire.

Questi giudei vanno da Gesù e con autorità vogliono imporre comando e dominio su di lui, vogliono quasi “gestire” Gesù.

Ma Gesù, con profonda verità e capacità di intelligenza, smaschera la loro incapacità di saper prendere decisioni per se stessi.

Hanno paura di rispondere a Gesù, si chiedono le conseguenze del rispondere in un modo o nell’altro ed alla fine rispondono senza prendere posizione. Pretendono di dominare sulla vita altrui e non sanno nemmeno mettere ordine nella loro vita.

Molto spesso noi siamo cosi. Si ergiamo a giudici delle cose altrui, con un pizzico di vanagloria che ci fa credere sempre perfetti ed sopra gli altri, sempre pronti a giudicare, sapere tutto, sentirci superiori. Pretendiamo di dare ordine, imporre visioni, saper dire cosa e giusto e cosa e sbagliato per gli altri, ma incapaci di prendere decisioni per noi stessi, mettere ordine a noi stessi.

Un conto è essere autoritari, un conto è essere autorevoli. Essere autoritari non ottiene obbedienza, anzi antipatia. Essere autorevoli attira obbedienza, perchè si è ciò che si dice.

I Giudei erano autoritari, Gesù e autorevole.

Se pretendi di dire agli altri come devono essere, metterli secondo il tuo ordine e non sei capace di mettere in ordine te stesso non vivi la gioia. Cristo, gioia vera, nasce per riportare l’uomo alla bellezza di se stesso.

Ecco il testo del Vangelo

VANGELO Mt 21,23-27 In quel tempo, Gesù entrò nel tempio e, mentre insegnava, gli si avvicinarono i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo e dissero: «Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?».
Gesù rispose loro: «Anch’io vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, anch’io vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni da dove veniva? Dal cielo o dagli uomini?».
Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, ci risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Se diciamo: “Dagli uomini”, abbiamo paura della folla, perché tutti considerano Giovanni un profeta».
Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». Allora anch’egli disse loro: «Neanch’io vi dico con quale autorità faccio queste cose».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: