#27Gennaio2021 NON SCIUPARE I SEMI DELLA TUA VITA (Mercoledì 3a Tempo Ordinario)

A cura di Massimiliano Arena

La parabola del Buon Seminatore è tra le più conosciute e tra le più attuali e profonde con cui possiamo rileggere la nostra esistenza.

Nella nostra vita ci sono tanti germogli di cose belle e positive, occasioni, relazioni, situazioni, che Dio pone attraverso mille modi nella nostra vita.

Il seme della Parabola è la Sua Parola e la Parola di Dio diventa carne vera attraverso le occasioni, relazioni, eventi della nostra vita. Ma molto spesso non ci accorgiamo di ciò e sciupiamo il tutto.

Quante cose belle sciupiamo perchè le facciamo cadere sulla roccia, sulla nostra insensibilità, sulle durezze e resistenze, le mille scuse. Quante ostilità e povertà lasciamo emergere da noi stessi annientando le preziosità che possiamo vivere.

Quante cose belle sciupiamo perchè siamo come quei rovi su cui le cose giungono, ci lasciamo infervorare ma poi non riusciamo a resistere e tenere alto l’entusiamo, non siamo fedeli, perseveranti, capaci di portare il peso della fatica della fedeltà alle cose.

Quante cose belle sciupiamo quando non siamo capaci di proteggere, custodire i doni che abbiamo presi da egoismo, superficialità, poco interesse e le intemperie esterne, il male, li sciupa, distrugge.

Ci liberi Cristo dall’essere pietre dure insensibili, strade che non sanno accogliere e custodire, rovi che soffocano perdendo entusiamo. Ci aiuti Cristo ad essere terreno buono. Ci doni Cristo la sua forza perchè non perdiamo i semi stupendi, le occasioni, eventi, relazioni, che la Sua Parola ci dona.

Ecco il testo del Vangelo

Mc 4,1-20
 
In quel tempo, Gesù cominciò di nuovo a insegnare lungo il mare. Si riunì attorno a lui una folla enorme, tanto che egli, salito su una barca, si mise a sedere stando in mare, mentre tutta la folla era a terra lungo la riva.
 
Insegnava loro molte cose con parabole e diceva loro nel suo insegnamento: «Ascoltate. Ecco, il seminatore uscì a seminare. Mentre seminava, una parte cadde lungo la strada; vennero gli uccelli e la mangiarono. Un’altra parte cadde sul terreno sassoso, dove non c’era molta terra; e subito germogliò perché il terreno non era profondo, ma quando spuntò il sole, fu bruciata e, non avendo radici, seccò. Un’altra parte cadde tra i rovi, e i rovi crebbero, la soffocarono e non diede frutto. Altre parti caddero sul terreno buono e diedero frutto: spuntarono, crebbero e resero il trenta, il sessanta, il cento per uno». E diceva: «Chi ha orecchi per ascoltare, ascolti!».
 
Quando poi furono da soli, quelli che erano intorno a lui insieme ai Dodici lo interrogavano sulle parabole. Ed egli diceva loro: «A voi è stato dato il mistero del regno di Dio; per quelli che sono fuori invece tutto avviene in parabole, affinché guardino, sì, ma non vedano, ascoltino, sì, ma non comprendano, perché non si convertano e venga loro perdonato».
 
E disse loro: «Non capite questa parabola, e come potrete comprendere tutte le parabole? Il seminatore semina la Parola. Quelli lungo la strada sono coloro nei quali viene seminata la Parola, ma, quando l’ascoltano, subito viene Satana e porta via la Parola seminata in loro. Quelli seminati sul terreno sassoso sono coloro che, quando ascoltano la Parola, subito l’accolgono con gioia, ma non hanno radice in se stessi, sono incostanti e quindi, al sopraggiungere di qualche tribolazione o persecuzione a causa della Parola, subito vengono meno. Altri sono quelli seminati tra i rovi: questi sono coloro che hanno ascoltato la Parola, ma sopraggiungono le preoccupazioni del mondo e la seduzione della ricchezza e tutte le altre passioni, soffocano la Parola e questa rimane senza frutto. Altri ancora sono quelli seminati sul terreno buono: sono coloro che ascoltano la Parola, l’accolgono e portano frutto: il trenta, il sessanta, il cento per uno».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: