#12Aprile2021 CI PUO’ SEMPRE ESSERE IL MEGLIO NELLA TUA VITA (Lunedì 2a di Pasqua)

A cura di Massimiliano Arena

Una della pagine più profonde dei Vangeli, il dialogo con Nicodemo. L’avevamo già meditato in Quaresima, ma con il sapore della Pasqua assume orizzonti ancora più forti e ricchi di speranza.

La Pasqua è novità, Speranza, capacità di guardare oltre ogni limite perchè se Cristo ha vinto la morte nessun sepolcro umano può bloccare l’uomo.

Già, nessun sepolcro umano. In quanti sepolcri spesso chiudiamo la nostra vita.

Sepolcri di abitudine, di mediocrità, di peccato, di accontentarci di cose, strade, scelte che in realtà non ci portano alla piena felicità o che spesso non ci permettono di valorizzare al pieno noi stessi.

In tanti sepolcri ci chiudiamo per abitudine, in altri per condanna. Ma peggio è chiudersi per autocondanna pensando di non meritare di meglio.

Nicodemo ha coraggio, si lascia provocare da quell’affermazione di Gesù, capisce che rinascere significa perdere qualcosa. Per rinascere occorre prima far morire ciò che era già nato e si era perso.

Che la Pasqua abbia questo effetto in noi, ci faccia leggere dentro, profondamente dentro dove nascondiamo tutto a tutti e ci faccia sentire il sapore di morire per nascere, di perdere per ritrovare, di non accontentarsi perchè valiamo di più.

Si, valiamo di più, perchè Cristo ha dato la vita per noi. Il Suo sangue è il nostro prezzo

Ecco il testo del Vangelo

Gv 3,1-8

Vi era tra i farisei un uomo di nome Nicodèmo, uno dei capi dei Giudei. Costui andò da Gesù, di notte, e gli disse: «Rabbì, sappiamo che sei venuto da Dio come maestro; nessuno infatti può compiere questi segni che tu compi, se Dio non è con lui». Gli rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce dall’alto, non può vedere il regno di Dio».
Gli disse Nicodèmo: «Come può nascere un uomo quando è vecchio? Può forse entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e rinascere?». Rispose Gesù: «In verità, in verità io ti dico, se uno non nasce da acqua e Spirito, non può entrare nel regno di Dio. Quello che è nato dalla carne è carne, e quello che è nato dallo Spirito è spirito. Non meravigliarti se ti ho detto: dovete nascere dall’alto. Il vento soffia dove vuole e ne senti la voce, ma non sai da dove viene né dove va: così è chiunque è nato dallo Spirito».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: