#17Gennaio2022 – PREPARATI ALLA NOVITA’ – (Lunedì 2a Tempo Ordinario)

La Domenica appena passato ci ha fatto riflettere sul rapporto di Amore tra Dio e l’uomo e dell’attenzione di Dio ti portare sempre nella vita dell’uomo vino nuovo, novità, gioia. Il Vangelo di quest’oggi ci approfondisce il concetto della novità e della gioia.

Rimproverano i discepoli di Gesù perchè non rispettano tradizioni prescritte nella vecchia Legge circa la mortificazione, il digiuno.

La risposta è “Perchè digiunare se lo sposo e con loro?” .

Lo sposo è Cristo e da quando Lui ha portato la novità della sua venuta (Nuovo Testamento) con la nuova Legge dell’Amore (l’acqua delle giare per la purificazione trasformata in vino) non ha più senso una religiosità fatta di perfezionismo per le regole.

Gesù è venuto per i peccatori, non per i maniaci della perfezione e per i peccatori vuole portare sempre gioia nuova, luce, nuova.

Noi siamo sempre rigidi, lo siamo nella religiosità e lo siamo con noi stessi, nella ricerca della nostra felicità. Ci mortifichiamo continuamente credendo di non desiderare (o non poter desiderare di meglio).

Non si mette vino nuovo in otri vecchi, perderebbe sapore e qualità o si disperderebbe nelle crepe.

Non si mette una toppa nuova su un vestito vecchio, sarebbe stoffa sprecata.

Cose negative, speranze perse, batoste prese non devono portarci alla ricerca di un vecchio noi che non esiste più. Per costruire la vera gioia del Vangelo occorre essere sempre pronti alla novità. Non possiamo fare sovrapposizioni di desiderio di novità, gioia nuova sovrapponendolo ad uno stile di vita vecchio, già consolidato che forse ci ha portato proprio alla sofferenza.

Preparati alla novità ed Egli ti riempirà di vino nuovo.

Ecco il testo del Vangelo

Mc 2,18-22

In quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Vennero da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».
Gesù disse loro: «Possono forse digiunare gli invitati a nozze, quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare. Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora, in quel giorno, digiuneranno.
Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore. E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri, e si perdono vino e otri. Ma vino nuovo in otri nuovi!».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: