#31Agosto2022 – SEI AMATO …PER GUARIRE (Mercoledì 22ma Tempo Ordinario)

Gesù compie una serie di guarigioni. Ne sono descritte diverse in questa pagina del Vangelo.


C’è la guarigione di molti, con diverse malattie non descritte. Gesù passa, quasi con premurosa ansia e guarisce.
Sembra che Egli non trovi pace se non nell’andare in giro a guarire.
Quei molti siamo noi, tutti noi. Quelle indescritte malattie sono le nostre, le più varie.
La malattia non è solo questione fisica. Nella tradizione ebraica una malattia era sinonimo di quasi punizione per peccati commessi in prima persona o da antenati.
Non eri stato buono, non avevi armonizzato il bene dentro te, quindi sei malato.
Gesù guarisce, cura il non bene in noi per trasformarlo in bene.
Egli, come dicevamo ieri, grida “taci” al male che è in noi.
Poi c’è la guarigione della suocera di Pietro, una storia ben descritta, perché Cristo ti cura in ogni tuo particolare.
Ma questa non ha una malattia, ma ha la febbre, che è sintomo di diverse malattie, non la malattia in sé.
Abbiamo in noi mali, scelte di male di cui ci vergogniamo che hanno preso piede in noi. Abbiamo piccoli sintomi e sentori che già ci fanno sentire smarriti.
Lasciati raggiungere dal folle amore di Cristo, Egli vuole curare ogni male, ogni ipotetico sintomo di male in te, anche quello che credi sia vergognoso ed irrecuperabile.
Lasciati amare! Lasciati guarire! Lasciati abilitare a compiere ancora meraviglie

Lc 4,38-44 In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagòga, entrò nella casa di Simone. La suocera di Simone era in preda a una grande febbre e lo pregarono per lei. Si chinò su di lei, comandò alla febbre e la febbre la lasciò. E subito si alzò in piedi e li serviva.
Al calar del sole, tutti quelli che avevano infermi affetti da varie malattie li condussero a lui. Ed egli, imponendo su ciascuno le mani, li guariva. Da molti uscivano anche demòni, gridando: «Tu sei il Figlio di Dio!». Ma egli li minacciava e non li lasciava parlare, perché sapevano che era lui il Cristo.
Sul far del giorno uscì e si recò in un luogo deserto. Ma le folle lo cercavano, lo raggiunsero e tentarono di trattenerlo perché non se ne andasse via. Egli però disse loro: «È necessario che io annunci la buona notizia del regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato».
E andava predicando nelle sinagòghe della Giudea.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: