#24Gennaio2023 FRATELLI NELLA PAROLA (Martedì 3a Tempo Ordinario)

Dalla Parola di Dio. Gesù arriva a dire una cosa molto dura, quasi senza affetto, ma che dice qualcosa di più del semplice affetto: l’appartenenza.



Per Gesù non sono fratelli e sorelle, madre quelli fisici, ma chi ascolta, vive e mette in pratica la Parola. Ed è oggi una realtà attualissima e necessaria.

È la Parola che ci unisce sotto un unico Padre e ci fa fratelli. Al contrario saremmo un branco di lupi che si sbranano a vicenda come diceva un filosofo del passato (“homo hominis lupus” – Hobbes riprendendo Plauto).

Ciò non significa ignorare i rapporti di sangue, ma stabilire priorità e fonti. La fonte dell’amore è nella Parola, in Dio, da cui si genera amore ai fratelli ed in questi fratelli poi riconosco la priorità di chi mi è di sangue, ma senza origine nella Parola chiunque, anche quelli di sangue, mi saranno nemici.



Marco 3,31-35.
In quel tempo, giunsero la madre di Gesù e i suoi fratelli e, stando fuori, lo mandarono a chiamare.

Tutto attorno era seduta la folla e gli dissero: «Ecco tua madre, i tuoi fratelli e le tue sorelle sono fuori e ti cercano».

Ma egli rispose loro: «Chi è mia madre e chi sono i miei fratelli?».

Girando lo sguardo su quelli che gli stavano seduti attorno, disse: «Ecco mia madre e i miei fratelli!

Chi compie la volontà di Dio, costui è mio fratello, sorella e madre».

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: