#17Ottobre2018 “APPARENZA E VERGOGNA” (Mercoledì 28ma Tempo Ordinario)

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 11,42-46.

In quel tempo, Gesù disse: «Guai a voi, farisei, che pagate la decima della menta, della ruta e di ogni erbaggio, e poi trasgredite la giustizia e l’amore di Dio. Queste cose bisognava curare senza trascurare le altre.
Guai a voi, farisei, che avete cari i primi posti nelle sinagoghe e i saluti sulle piazze.
Guai a voi perché siete come quei sepolcri che non si vedono e la gente vi passa sopra senza saperlo».
Uno dei dottori della legge intervenne: «Maestro, dicendo questo, offendi anche noi».
Egli rispose: «Guai anche a voi, dottori della legge, che caricate gli uomini di pesi insopportabili, e quei pesi voi non li toccate nemmeno con un dito!».

Continua a leggere

Sondaggio dal 16/10 al 23/10 ….QUALI VIDEO PER LE PROSSIME CATECHESI?

#16Ottobre2018 “GUARDARE DENTRO E APRIRSI AL MONDO” (Martedì 28ma Tempo Ordinario)

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 11,37-41.

In quel tempo, dopo che Gesù ebbe finito di parlare, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli entrò e si mise a tavola.
Il fariseo si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo.
Allora il Signore gli disse: «Voi farisei purificate l’esterno della coppa e del piatto, ma il vostro interno è pieno di rapina e di iniquità.
Stolti! Colui che ha fatto l’esterno non ha forse fatto anche l’interno?
Piuttosto date in elemosina quel che c’è dentro, ed ecco, per voi tutto sarà mondo».

RIFLESSIONE

Esteriorita’ ed interiorità… Coerenza o ipocrisia. Tra questi estremi si gioca il Vangelo di oggi.

Siamo spesso troppo concentrati sull’esterno, sull’apparire da far svuotare il senso vero delle cose. Dobbiamo far arrivare agli altri un messaggio positivo di che siamo, nascondendo le fragilità. E se facessimo vedere le fragilità a cuore aperto? Libero? Senza timori? Forse saremmo ancora più belli. Basta costruire impalcature di noi, accettiamoci ed amiamoci come siamo, così miglioreremo dagli errori. Le maschere ci rendono ancora più brutti e distruggono lentamente svuotandoci.

Massimiliano Arena

#15Ottobre2018 “CONDANNATI INFELICI A CERCARE OLTRE” (28ma Tempo Ordinario/B)

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 11,29-32.

In quel tempo, mentre le folle si accalcavano, Gesù cominciò a dire: «Questa generazione è una generazione malvagia; essa cerca un segno, ma non le sarà dato nessun segno fuorchè il segno di Giona.
Poiché come Giona fu un segno per quelli di Nìnive, così anche il Figlio dell’uomo lo sarà per questa generazione.
La regina del sud sorgerà nel giudizio insieme con gli uomini di questa generazione e li condannerà; perché essa venne dalle estremità della terra per ascoltare la sapienza di Salomone. Ed ecco, ben più di Salomone c’è qui.
Quelli di Nìnive sorgeranno nel giudizio insieme con questa generazione e la condanneranno; perché essi alla predicazione di Giona si convertirono. Ed ecco, ben più di Giona c’è qui».

Continua a leggere

#14Ottobre2018 “UNO SGUARDO CHE TI RENDE LIBERO PER ESSERE FELICE” (28ma Tempo Ordinario/B)

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 10,17-30.

In quel tempo, mentre Gesù usciva per mettersi in viaggio, un tale gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui, gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per avere la vita eterna?».
Gesù gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo.
Tu conosci i comandamenti: Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non dire falsa testimonianza, non frodare, onora il padre e la madre».
Egli allora gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza».
Allora Gesù, fissatolo, lo amò e gli disse: «Una cosa sola ti manca: và, vendi quello che hai e dàllo ai poveri e avrai un tesoro in cielo; poi vieni e seguimi».
Ma egli, rattristatosi per quelle parole, se ne andò

Continua a leggere