#23Febbraio2020 “DA BRUCIARE A RISCALDARE” (7a Domenica Tempo Ordinario A)

Il fuoco può avere una doppia funzione: distruggere e bruciare, illuminare o riscaldare. Una negativa ed una positiva.

Continua a leggere

#02Febbraio2020 “GLI INCONTRI TI CAMBIANO LA VITA” (Presentazione del Signore)

A cura del Prof Massimiliano Arena

Si, il vecchio Simeone ormai non attendeva più nulla. Era vecchio e saggio, persona rispettata. Aveva visto tutto della vita. Sembra un po’ a noi quando ormai pensiamo che nulla più possiamo scoprire, nulla più possiamo imparare.

Oppure Simeone dice che ora può andare, può morire, perché solo in quell’incontro ha trovato tutto. Cosa gli ha mai dato un bambino piccolo che lui non avesse? Cosa possono darci le situazioni piccoli e le persone che incontriamo?

Come Simeone possiamo aprire il cuore e capire che Dio vuole incontrare il Suo Popolo ed è proprio in questo che per farci arrivare meraviglie usa ogni mezzo, ogni persona. Tutte le situazioni che viviamo, tutte le relazioni belle possiamo parlarci di Dio, possono essere Dio che ci parla. Apriamo il cuore

#19gennaio2020-” LA RIVOLUZIONE DELLA TENEREZZA” (2a Tempo Ordinario A)

Nel mondo vince chi è più forte, chi sa raggirare, chi la fa da padrone. Con questa convinzione spesso blocchiamo tutto il nostro potenziale e quello del mondo stesso.

Tenerezza, coraggio ed umiltà ci indica questo testo, una nuova via per sprigionare il nostro potenziale.

Giovanni che indica l’agnello (Gesù) riassume tutto ciò.

🔴 TENEREZZA: Tutti si aspettavano per liberare Israele il “Leone di Giuda”. Invece arriva “l’agnello”. La tenerezza ridara’ equilibro al mondo, la capacità di generare amore, compassione, di avvolgere chi è nel bisogno. E tu? Generi tenerezza? Metti in circolo la rivoluzione della tenerezza?

🔴 CORAGGIO: Per essere teneri occorre coraggio. Vi mando come “Agnelli in mezzo ai lupi” dirà Gesù in un altro passo. Solo chi è forte ed ha coraggio può fare la rivoluzione della tenerezza.

🔴 UMILTÀ : Giovanni dopo aver annunciato Gesù, lo indica e scompare. I rivoluzionari della tenerezza non attaccano a sé, non si sentono al centro, non fanno questioni personali, generano tenerezza, annunciano amore, con libertà e si fanno da parte.

Questa è rivoluzione

Continua a leggere

#02Giugno2019 “SALIRE PER RESPIRARE” (Ascensione)

Ogni vorremo quasi evadere da questa condizione di peso che lessare umani e la vita quotidiana ci dà. Sempre oppressi e schiacciati.

Vorremo ogni tanto guardare le cose da fuori, con uno sguardo dall’alto, per recuperare pace, per capire, rivalutare, recuperare energia.

Con l’Ascensione questo è diventato possibile. Gesù Ascende, cioè sale, ritorna al Padre. Era disceso portando il suo essere Dio tra gli uomini, per aumentare la nostra dignità. Ascende portando a Dio ora il suo essere uomo, carico delle nostre caratteristiche. Dal quel giorno sappiamo che in Dio, nella Trinità c’è un pezzo di noi e per questo ogni volta che vogliamo in Dio, nella preghiera possiamo riguardare noi stessi e la nostra vita dall’alto.

Ecco il testo del vangelo

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 24,46-53.
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Così sta scritto: il Cristo dovrà patire e risuscitare dai morti il terzo giorno
e nel suo nome saranno predicati a tutte le genti la conversione e il perdono dei peccati, cominciando da Gerusalemme.
Di questo voi siete testimoni.
E io manderò su di voi quello che il Padre mio ha promesso; ma voi restate in città, finché non siate rivestiti di potenza dall’alto».
Poi li condusse fuori verso Betània e, alzate le mani, li benedisse.
Mentre li benediceva, si staccò da loro e fu portato verso il cielo.
Ed essi, dopo averlo adorato, tornarono a Gerusalemme con grande gioia;
e stavano sempre nel tempio lodando Dio.